I Caprai del Supramonte parte seconda

I CAPRAI DEL SUPRAMONTE (Seconda Parte)
Ziu Zuanni Brotza Fancello.
Ziu Zuanni si trasferì allora in un altro ovile, sempre di famiglia, ubicato a Bruncu Sartainosti, in una posizione caratterizzata da un paesaggio mozzafiato, dove fino a pochi anni fa allevava per pura passione alcune capre e maiali. Io l’incontrai per la prima volta nei pressi di Cuile Su Contu, mentre cercava alcune capre (la foto qui sotto rappresenta proprio quell’incontro). Rimanemmo buoni amici e ogni volta mi accoglieva con grande simpatia, raccontandomi a lungo storie interessantissime che sono servite anche per scrivere il mio libro “Cuiles”.
Ziu Zuanni era una persona mite e affabile, di una gentilezza rara, sempre disponibile ad accogliere chiunque nel suo ovile, raccontando interessanti storie della sua vita nel Supramonte, quasi immemore della vita durissima colà trascorsa, legato indissolubilmente a quell’ambiente dove aveva sempre vissuto.

Ecco perchè Ziu Zuanni, ultimo erede di una civiltà del lavoro perduta per sempre, rappresenta uno dei simboli della nostra cultura più genuina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.